Rapolano Terme sorge nella incantevole terra delle Crete Senesi, proprio a due passi alle sue famose biancane, circa 30km a Sud di Siena e a pochi chilometri da altre zone molto prestigiose come il Chianti, la Valdichiana e la Val d'Orcia, immerso nel più classico verde delle colline Toscane.

È incantevole vedere come il suo aspetto cambi con il cambiare delle stagioni e si tinga, dopo le note plumbee e scure dei mesi invernali, del giallo dorato del grano di giugno punteggiato dal rosso vivo dei suoi papaveri, trasformandosi poi in un mare marrone e giallo scuro dei girasoli fino alla grande ricchezza delle viti e degli ulivi che qui la fanno decisamente da padroni.

Rapolano rappresenta inoltre un importante crocevia perchè da qui è facile raggiungere, grazie a potenti mezzi di comunicazione, molte delle città e dei luoghi più famosi della Toscana e non solo, come Firenze, Arezzo, Siena ovviamente ma anche Perugia e Roma.

Foto panoramica Rapolano in Toscana

Ma la grande ricchezza di questo paese non risiede solo nell'essere posizionato in un punto naturalisticamente strategico, ma anche in altre due forze della natura: l'acqua e la roccia.
Da sempre, infatti, Rapolano è conosciuto e apprezzato per le sue acque termali; già gli etruschi, come ci testimoniano gli scavi archeologici di Campo Muri, ne conoscevano gli effetti benefici e li sfruttavano. Oggi esistono nel paese due importanti stabilimenti termali, l'Antica Querciolaia e le San Giovanni, entrambe molto apprezzate e frequentate, che offrono molteplici servizi e che accolgono ogni anno migliaia di visitatori.

Poi, la roccia, il travertino, la famosa pietra di Rapolano: anche questo tesoro, riconosciuto ed apprezzato fin dalla notte dei tempi ed esportato ormai in tutto il mondo, rappresenta un altro fiore all'occhiello del territorio rapolanese.

Rapolano, inoltre, mostra evidenti e importanti segni della sua storia: la Pieve Romanica, le antiche porte di accesso al paese, tra cui quella più antica, la Porta dei Tintori risale al 1300, il Castellare e, in età moderna, molte case coloniche e poderi che punteggiano la campagna. Incantevoli sono anche i borghi del suo comune, Serre, con il castello e la Grancia, Aramiolo, Poggio Santa Cecilia, Modanella, San Gimignanello, Laticastelli.

Top